dicembre 2019

Comunicare nell’Era Digitale: dalle parole alle esperienze

Piattaforma
Comunicare nell'era digitale con NearIT

Conoscere il significato di termini come omnicanalità, big data o  internet delle cose, consente di comprendere le rappresentazioni di un fenomeno, quello della trasformazione digitale, e tradurle in azioni, abitudini ed esperienze che riguardano tutti, ma in modo diverso.

Comunicare nell'era digitale con NearIT

In portoghese esiste una parola specifica, desenrascanço, per rappresentare la capacità di risolvere una situazione all’ultimo minuto e in modo completamente improvvisato. In turco invece la parola yakamoz indica il riflesso della luna sulla superficie dell’acqua, che gli svedesi chiamano mangata, ma con un significato ancora più preciso di strada di luna.

Ogni lingua contiene parole, di fatto intraducibili, come queste che non esistono in nessun’altra, proprio perché rappresentano un’idea, un’emozione o un’abitudine di quella specifica cultura. Come quella digitale per esempio.

Conoscere il significato di termini come omnicanalità, big data o  internet delle cose, consente di comprendere le rappresentazioni di un fenomeno, la trasformazione digitale appunto, e tradurle in azioni, abitudini ed esperienze che riguardano tutti, ma in modo diverso.

Quali sono dunque le onlife journey rappresentate da questo nuovo linguaggio? Come un’azienda o un brand può disegnarle per semplificare la relazione tra persone, luoghi e oggetti?

Dalle parole alle esperienze

Comunicare nell'era digitale con NearIT

Fare shopping

L’esperienza: una persona si reca nel negozio di quel brand di cui ha visto la pubblicità sul tram per provarsi un completo. La sua taglia è quella di sempre, ma non è disponibile del suo colore preferito. Intanto nota un paio di scarpe che si abbinano perfettamente: le acquista subito, mentre decide che acquisterà il completo online: dall’app ha visto che è disponibile.

Le parole: digital marketing | omnicanalità | phygital | app |touchpoint

Comunicare nell'era digitale con NearIT

Arte e Cultura accessibili

L’esperienza: una persona con difficoltà visive visita un museo utilizzando un’audioguida installata su uno smartphone pensata in termini di usabilità per superare le sue barriere percettive.  Sfruttando il segnale bluetooth, i beacon posizionati strategicamente in diversi punti delle aree espositive, interne ed esterne, rilevano lo smartphone, attivando le descrizioni come tracce audio con un semplice tap in ogni punto dello schermo. Minimizzata l’interazione con il dispositivo, l’utente si muove facilmente nello spazio, vivendo un’esperienza inclusiva.

Le parole: beacon | piattaforma web | user experience | proximity | inclusione

Comunicare nell'era digitale con NearIT

Viaggiare in una smart destination

L’esperienza: arrivato a destinazione, un viaggiatore (digitale) scarica l’app della città per iniziare a orientarsi, raggiungere a piedi dalla stazione l’hotel che ha prenotato online e trovare i punti di interesse utili, come farmacie e infopoint. Lo fa proprio attraverso l’app che invia contenuti rilevanti e informazioni utili lungo il percorso. Intanto, riceve anche un coupon da utilizzare nel ristorante più tipico della città: questo perchè scaricando l’app ha indicato “Ristoranti” come una delle sue preferenze.

Le parole: centro commerciale naturale | proximity | geofence | profilazione

Contattaci per maggiori info


Accetto la vostra Privacy Policy.