giugno 2017

Data Value: Speciale Big Data e Marketing

comunicati-stampa

Il proximity marketing vale oggi in Italia oltre 40 miliardi di euro, stando agli ultimi dati dell’Osservatorio Mobile Economy del Politecnico di Milano. Esso comprende tutte le attività di marketing e promozione finalizzate ad intercettare i potenziali clienti in un luogo preciso, prossimo all’emittente del messaggio pubblicitario. […] Sulla base di una ricerca effettuata da Unacast nel luglio 2016, oltre il 50% delle organizzazioni collegate alla vendita al dettaglio – centri commerciali, turistico- alberghiero, aeroporti o industrie dello sport – utilizzano una qualche forma di tecnologia di prossimità nei loro piani di marketing. […]

Lo sviluppo delle tecnologie per il Proximity Marketing

Mentre ci sono una serie di metodi tecnologici per l’implementazione di soluzioni di marketing di prossimità, la tecnologia beacon finora è stata la più diffusa, seguita da GPS o geofencing. Nello studio di Unacast, che ha studiato i tipi di servizi tecnologici di prossimità offerti dai fornitori di tali soluzioni, il 94% avevano nella loro gamma di servizi la tecnologia beacon nel 2016, mentre un altro 54% offrivano soluzioni GPS o geofencing. Anche se è sempre più chiaro che la tecnologia di prossimità, come i beacon, sta guadagnando la fiducia tra i marketer, ciò non significa che tutti sanno come utilizzare questi strumenti in modo efficace. Secondo uno studio del febbraio 2016 redatto da Retail Systems Research, nell’attuazione di strategie di prossimità con beacon in-store tra i rivenditori degli Stati Uniti, solo il 23% degli intervistati aveva attuato e sono stati soddisfatti dal processo. Un altro 22% ha implementato i beacon in-store, ma stavano pianificando un cambiamento, mentre un altro 32% ha raggiunto solo la fase di pianificazione o di budget. […]

Di recente la start up bergamasca NearIT ha presentato un kit di sviluppo software (SDK) integrabile in dieci minuti in ogni app nativa e in grado di fornire una demo di proximity marketing perfettamente funzionante entro due ore. «Negli ultimi due anni si è assistito a una forte accelerazione del proximity marketing proprio grazie all’utilizzo dei beacon – afferma Luca Locatelli, CEO e founder di NearIT – Tra i consumatori italiani si sta verificando una trasformazione dei processi d’acquisto generata dalla diffusione sempre maggiore degli smartphone e dall’ opportunità di connessione da essi garantita in ogni luogo e in ogni momento. Esiste una sempre maggiore attenzione verso la comunicazione mirata e puntuale con i propri clienti sui punti vendita, eppure, esistono ancora diverse resistenze di natura tecnologica che ne frenano lo sviluppo. Noi vogliamo contribuire a eliminare queste resistenze. Si ha l’impressione di essere nella stessa situazione in cui si trovava il Cloud Computing solo pochi anni fa, quando tutti ne parlavano, ma ancora non si era diffuso così capillarmente come lo è oggi. Noi vogliamo candidarci a rendere il Proximity Marketing facile, veloce, attivabile da uno sviluppatore su qualsiasi app “in a snap”, come dice il nostro claim. Siamo felici di dimostrare con i fatti questa estrema semplicità di sviluppo in questa prima edizione di B-App e siamo ancora più felici che la fiera abbia creduto in noi, consentendoci di integrare il nostro tool di proximity marketing all’interno dell’app dell’evento. Siamo certi che gli sviluppatori, in qualsiasi settore lavorino, nel retail, nei musei, o per eventi come questo, saranno i nostri principali partner perché chi sperimenta la semplicità del nostro kit di sviluppo non potrà che implementarlo in qualsiasi altra app si troverà a sviluppare nel suo percorso lavorativo».

(Fonte: http://www.datavaluemagazine.com/ – Gennaio 2017)

 

Contattaci per maggiori info


Accetto la vostra Privacy Policy.