Novembre 2017

Marketing Museale: la necessità di attuare strategie di marketing per la promozione del patrimonio artistico e culturale

Strategia mobile
marketing museale

Una visita al museo deve puntare ad essere coinvolgente ed interessante per ogni visitatore. Il patrimonio culturale e artistico di qualunque città va valorizzato da attività mirate e bene pianificate.

Perchè la necessità di strategie di Marketing Museale

Le strutture museali nascono con una funzione ben precisa: conservare il patrimonio culturale e storico perché possa diventare patrimonio di tutti.

Ma perché possa diventare di tutti deve essere reso accessibile da tutti e soprattutto appetibile. Un museo per poter richiamare a sé visitatori deve essere in grado di comunicare in maniera efficace la propria offerta, suscitando interesse. Oltre che funzione conservativa, e di studio e ricerca, un museo ha quindi anche un ruolo divulgativo non indifferente. Un museo senza visitatori interessati a visitarlo, e che godono di quanto ha da offrire, chiaramente non ha possibilità di sopravvivere.

visita il museo con NearIT
visitatori nei musei

Il pubblico del museo

Anche in questo caso il pubblico svolge un ruolo centrale  per un museo, ed è importante che sia guidato alla scoperta delle opere d’arte o archeologiche nella modalità migliore. Il pubblico si trova ad essere il primo destinatario della sua attività e nella maggior parte dei casi sostiene economicamente il museo stesso con l’acquisto del biglietto. Per la sua sopravvivenza un museo deve essere in grado di sfruttare e valorizzare il proprio patrimonio: un museo senza visitatori è destinato all’oblio.

Il marketing museale come risposta alle necessità contemporanee

Il marketing museale racchiude tutte quelle attività che un museo dovrebbe fare per migliorare la qualità del servizio che offre e per arrivare al suo pubblico in maniera efficace. Il marketing di un museo ha come scopo quello di avvicinare l’offerta ai desideri dei propri clienti, in questo caso alle esigenze culturali, più o meno spontanee, dei potenziali visitatori. Con gli anni il numero dei visitatori è decisamente cresciuto, si viaggia di più e di conseguenza il numero dei turisti è aumentato. Aumentando il numero di persone che frequentano i musei, è aumentata anche la loro consapevolezza nei confronti dell’esperienza museale. Sono più esigenti e per questo l’offerta deve essere di maggiore qualità.

 

visitatori nei musei

Nascono quindi interessanti iniziative di coinvolgimento e per la fruizione dei contenuti da parte degli utenti. Per una visita di qualità, inutile dire, che l’allestimento deve essere in primis di qualità. L’attenzione primaria è quindi quella di rispettare storicità e significato culturale di quanto si espone, concependo un allestimento coerente ed efficace. Una volta fatto questo è necessario intervenire con strategie di marketing museale più mirate.

Le nuove tecnologie possono venire in soccorso di allestitori e direttori di musei con lo scopo di valorizzare la visita trasformandola in vera e propria esperienza. È importante che il visitatore porti a casa con sé un ricordo positivo dell’esperienza fatta, che si senta arricchito in modo tale che la possa addirittura consigliare ad altri.  Le alternative disponibili sono davvero tante: percorsi interattivi, contenuti personalizzati e targettizzati a seconda dell’audience di riferimento, tour guidati, materiale video e fotografico supplementare.

Pensare a dei contenuti fruibili dai bambini, per avvicinare anche loro al mondo dell’arte o della storia, oppure per persone con deficit visivi, in modo tale che possano godere anche loro del patrimonio esposto (hai letto del nostro importante progetto Vedere il museo?). E perchè non pensare agli smartphone degli utenti per veicolare contenuti e informazioni? (hai mai pensato ad una app mobile per il tuo museo? Parlane con noi).

Quello che conta è lavorare sinergicamente per arrivare a soddisfare maggiormente le necessità che nascono dal visitatore che oggigiorno è incline alle tecnologie digital e soprattutto abituato a visitare un museo. I numeri poi parlano chiaro, negli ultimi tre anni è in costante aumento il numero dei visitatori presso i musei italiani che hanno sfiorato la soglia dei 45,5 milioni lo scorso anno. Dati che portano ad un’attenta riflessione. Gli sforzi delle istituzioni e quelli delle amministrazioni interne però non bastano. Bisogna sfruttare ad esempio anche le realtà locali, coinvolgere i residenti che il più delle volte non conoscono quello che sta vicino a loro. Stringere partnership con realtà commerciali, hotel, caffè, ristoranti: unire le forze per ottenere risultati concreti.

Vuoi sapere come sfruttare NearIT per valorizzare maggiormente il tuo museo e per potenziare le tue strategie di marketing?

 

Contattaci per maggiori info


Accetto la vostra Privacy Policy.