marzo 2020

Organizzare un evento: come un’app può creare engagement prima, durante e dopo

Strategia mobile
organizzare un evento con nearit

Qualunque sia la dimensione, gli obiettivi e i target di riferimento, organizzare un evento con la propria app può semplificare l’organizzazione e rafforzare l’engagement prima, durante e dopo lo show.

Una maggiore e più frequente accessibilità alle informazioni e le opportunità portate dalle nuove tecnologie, ha reso le persone più consapevoli del ruolo che hanno nel processo di creazione del valore di un’azienda o un brand, alzando notevolmente le aspettative delle loro esperienze online e onlife.

Come molti altri settori, anche quello degli eventi e dell’intrattenimento affronta questa evoluzione non limitandosi ad integrare tout court le innovazioni all’interno del proprio flusso di lavoro, ma sfruttandone funzionalità specifiche per ottimizzare le attività di organizzazione, valorizzare i contenuti e protagonisti, come speaker e sponsor e coinvolgere i partecipanti in modo dinamico e originale, non solo quando si trovano all’evento.

organizzare un evento con nearit

Le tre dimensioni dell'engagement in un evento

Quando si tratta di organizzare un evento, qualunque sia la dimensione, gli obiettivi o i target di riferimento, riuscire a creare engagement prima, durante e dopo, fa la differenza.
Questo approccio a tre dimensioni consente infatti di rafforzare la relazione con i partecipanti, interagendo con loro in maniera personale a seconda del contesto: prima incuriosendoli, poi arricchendo l’esperienza quando la stanno vivendo, e a seguire proponendo ulteriori iniziative in base ai loro interessi.

Ma come farlo e farlo meglio dei propri concorrenti?

Tecnologia Mobile: da dove si comincia?

Si parte da un’app mobile del proprio evento, che sfruttando le caratteristiche e le funzionalità dello smartphone, diventa per l’organizzatore uno strumento di comunicazione esclusivo non solo per profilare e interagire con i partecipanti, ma anche per agevolare l’organizzazione e mettere a disposizione dei propri espositori e sponsor una vera e propria vetrina digitale.

Tuttavia, se è vero che le app sono alla portata di tutti, per offrire all’utente una valida ragione per scaricarla e utilizzarla, serve porsi una domanda: quale esperienza voglio che le persone vivano con la mia app?

Non la solita app per eventi

Immaginiamo che un Marketing Manager decida di scaricare l’app ufficiale del più importante Forum sulle innovazioni tecnologiche a cui parteciperà il mese prossimo:

 

  • Una volta installata sullo smartphone, l’app gli consentirà di profilarsi scegliendo tra utente standard o vip, in base al biglietto acquistato, e il suo ruolo aziendale.
  • Per avere effettuato il login con successo, riceve quindi un coupon del 10% da spendere sull’e-commerce di uno dei partner dell’evento.
  • Il giorno dell’evento, si registra tramite self check-in, consulta in tempo reale le informazioni sugli speaker e gli ag*/giornamenti sull’agenda, condividendo il suo feedback direttamente in app a seguire di ogni intervento, e organizza incontri di networking con partecipanti potenzialmente interessanti per il suo business.
  • I giorni a seguire dell’evento, in quanto utente vip, riceve direttamente sul suo smartphone le fotografie, i video e i contenuti extra a cui può accedere con un semplice click.
organizzare un evento con nearit
organizzare un evento con nearit

Diverse funzioni, un unico strumento

Attrarre, coinvolgere, ma anche monitorare l’andamento delle proprie attività. Sì, perché un event manager sa che per avere successo deve pensare a tutto, senza trascurare nessun dettaglio. Ecco quindi che la propria app diventa un valido assistente anche per analizzare l’efficacia della strategia di engagement, per conoscere quanti e chi sono gli utenti raggiunti, dando l’opportunità di pianificare iniziative future basandosi su dati e informazioni significativi.

 

Cosa deve sapere un event manager sulle app per eventi?

Contattaci per maggiori info


Accetto la vostra Privacy Policy.